Prevenzione primaverile

Prevenzione primaverile

Non è tutto fiori che sbocciano e rondini che svolazzano: la primavera, per i nostri amici a quattro zampe, è anche la stagione della prevenzione, in particolare da pulci, zecche e insetti.

Le punture dei parassiti esterni possono infatti trasmettere malattie anche molto gravi ai nostri cani e gatti, come la filaria o la Leishmaniosi, per le quali non esistono vaccini ma solo buone strategie di prevenzione.

> Leggi anche: Come capire se il cane è allergico

Prevenire le malattie trasmesse a cani e gatti in primavera dai parassiti

Se il primo passo da fare è sempre quello di rivolgersi al proprio veterinario che conosce storia e abitudini dei nostri animali, è però importante sapere che nemmeno i cani e i gatti di città sono esenti dai rischi di contagio dalle malattie veicolare dai parassiti esterni: potrebbero essere punti nel corso di una gita fuori porta o al mare, ed è proprio il gran numero di animali domestici presenti nelle nostre città a formare quella massa critica che permette un rapido passaggio e sviluppo delle infezioni.

Basti pensare che una pulce femmina, che può saltare sia su cani che su gatti, vive mediamente un centinaio di giorni durante i quali potrebbe arrivare a deporre fino a 2000 uova che potrebbero infestare anche gli ambienti domestici.

> Leggi anche: Cos’è la borreliosi canina e come prevenirla

Ecco perché tra le varie cure quotidiane che dedichiamo ai nostri amici pelosi è bene ricordarsi di fare sempre anche un’ispezione del mantello di cani e gatti, e chiedere al proprio veterinario i prodotti più adatti (collari o trattamenti specifici) da utilizzare in primavera.

> Leggi anche: Come prevenire le pulci in cani e gatti

In questo video alcune pratiche indicazioni su come scegliere e applicare gli antiparassitari per proteggere il cane da pulci e zecche.